La stanza dei mestieri:

Definita la stanza dei mestieri proprio perché ci sono una infinità di attrezzi per ogni tipo di mestiere, solo per citarne alcuni: il maniscalco il trebbiatore di grano e mais, con il raro battitore, dono della vedova del compianto Procuratore Bruno Caccia. Con il Ventilatore e la trebbia, unitamente all'arfranda, una sega che unitamente al truplou serviva per tagliare i tronchi, erano gli attrezzi da fatica. Numerose le pialle e i vari trapani manuali, del falegname era pure il banco da minusiere con il varlet e le chiavi da meccanico. Le rare filiere per filettare le viti in legno, il raro banco per fare i ceppi degli zoccoli, il desco del calzolaio e quello dello stagnino.

Banco per i ceppi degli zoccoli
Banco da lavoro manuale , in particolare per la lavorazione dei ceppi degli zoccoli.
Battitore per trebbiare le granaglie
Battitore a traino animale per trebbiare le granaglie.
Ventilatore per granaglie
Ventilatore manuale per la separazione delle granaglie dalla pula.
Graffito su pietra
Graffito su pietra, probabilmente la portella di un forno.